loading page

Depurazione delle acque reflue mediante elettro-bioreattore a membrana dinamica incapsulata
  • Mirko Messina
Mirko Messina
Author Profile

Abstract

La frequente domanda di risorsa idrica porta ad una necessità di depurare l'acqua con maggiore efficienza cercando di favorire il riutilizzo dell'acqua per uso agricolo o industriale. I sistemi convenzionali sono diventati obsoleti perché non riescono più a garantire il rispetto delle norme sulle concentrazioni di inquinanti per il riutilizzo della risorsa. Negli anni, la ricerca scientifica ha sviluppato un impianto di trattamento a membrana (MBR) in grado di ottenere un efficacia di trattamento elevata grazie al processo di filtrazione su membrana, ma la diffusione è stata limitata a causa dei costi iniziali e di gestione dell'impianto e a causa del fenomeno del fouling, cioè lo sporcamento della membrana. Per risolvere questi problemi, sono state sperimentate membrane dinamiche autoformanti, cioè membrane composte da materiale di supporto in grado di utilizzare il fouling a favore per migliorare l'efficienza depurativa. Un altro vantaggio si ottiene con l'applicazione di processi elettrochimici che migliorano la mitigazione del fouling e le proprietà dell'effluente. In questa attività è stata osservata l'efficienza depurativa di un bioreattore a membrana dinamica autoformante incapsulata combinato con i processi elettrochimici (e-ESFDMBR) a scala pilota utilizzando un refluo reale.