loading page

Contaminazione da arsenico nelle acque potabili: un approccio ecologico mediante nanofibre  elettrofilate di alginato di sodio funzionalizzate con chitosan            
  • ANGELINA DONATIELLO
ANGELINA DONATIELLO
Author Profile

Abstract

L’arsenico è considerato uno dei contaminanti più pericolosi per i corpi idrici. La contaminazione è dovuta ad una concentrazione eccessiva di arsenico nell’acqua potabile, nelle acque sotterranee e negli alimenti.
L’esposizione all’arsenico da parte dell’uomo proviene sia da fonti naturali che antropiche; tale elemento è presente in natura nell’erosione delle rocce, nell’emissione vulcanica, ma anche in composti sintetici come i pesticidi, fertilizzanti, coloranti tessili, prodotti farmaceutici e soprattutto negli scarichi delle industrie. Inoltre, le proprietà cancerogene e tossiche dell’arsenico comportano notevoli rischi per la salute umana ed è per tale ragione che la contaminazione delle acque è considerata un grave problema di salute pubblica globale.
Urge la necessità di implementare nuove soluzioni di purificazione delle acque, che siano sia efficienti che competitive dal punto di vista della sostenibilità ambientale e della convenienza economica. Viene presentato lo stato dell’arte delle tecnologie disponibili per il trattamento delle acque contaminate da arsenico,  ponendo particolare attenzione alla tecnologia a nanofibre elettrofilate a base di alginato di sodio funzionalizzate con chitosan.
07 Dec 2021Submitted to Tecnologie per l'ambiente
07 Dec 2021Editor invited a reviewer
07 Dec 2021Editor invited a reviewer
07 Dec 2021Editor invited a reviewer
09 Dec 2021Review Report #1 received
13 Dec 2021Review Report #2 received
13 Dec 2021Review Report #3 received
03 Aug 2022Published in Tecnologie per l'ambiente
 L'articolo nel complesso risulta ben strutturato, tuttavia sono necessarie delle revisioni specifiche:Nell'abstract va corretta la dicitura "per la bonifica delle acque contaminate" in "per il trattamento delle acque contaminate" e non va detto " Il presente studio";Fare attenzione alle didascalie delle figure, alcune di queste oltretutto non sono idonee alle pubblicazione (es.figura 2)Nella conclusione ci sono dei riferimenti esterni che vanno eliminati;E' necessaria un maggior arricchimento di references.
Nella figura 1 manca la didascalia. Per il resto l'articolo è di chiara lettura e lineare. 
L’articolo risulta ben scritto e coerente nelle argomentazioni. Di seguito alcune modifiche da effettuare.