loading page

Applicazione dei processi elettrochimici ai bioreattori a membrane vive incapsulate 
  • Andrea Pierro
Andrea Pierro
Author Profile

Abstract

I bioreattori a membrana (MBR) uniscono nella stessa unità sia il processo biologico che la filtrazione su membrana in sostituzione dei sedimentatori secondari. Gli MBR presentano vari vantaggi rispetto all’impianto convenzionale a fanghi attivi tra cui minor ingombro, migliore qualità dell’effluente e minor produzioni di fanghi. Non mancano, però, degli svantaggi: il primo è rappresentato dai costi elevati dovuti ai consumi energetici e al costo delle membrane, il secondo, ma non meno importante è legato alla formazione del fouling, ossia dello sporcamento delle stesse, che ne riduce il flusso, limitando così l’efficienza del processo. Negli anni sono state studiate diverse tecnologie per porre rimedio a questi svantaggi. L’introduzione delle membrane dinamiche auto-formanti (SFDM) ha permesso di contrastare il problema del costo delle membrane, poiché il loro funzionamento è basato sulla deposizione delle particelle di fango su un modulo di supporto con porosità elevata e realizzato con materiali economici. Lo svantaggio principale di questa tecnologia risiede nella necessità di un tempo iniziale per la completa formazione della membrana dinamica, il quale varia a seconda delle caratteristiche del refluo o delle condizioni operative in cui avviene il processo.   Altra soluzione proposta dalla letteratura scientifica per contrastare il problema dello sporcamento della membrana è quella di accoppiare i processi elettrochimici con gli MBR, tale soluzione non solo riduce il fouling di membrana ma aumenta le performance depurative del sistema. 

Peer review timeline

12 Feb 2021Submitted to Tecnologie per l'ambiente
13 Feb 2021Editor invited a reviewer
13 Feb 2021Editor invited a reviewer
13 Feb 2021Editor invited a reviewer
18 Feb 2021Review Report #1 received
02 Mar 2021Review Report #2 received
28 May 2021Published in Tecnologie per l'ambiente
Ridurre l'abstract: inserire una breve descrizione dell'argomento di studio, individuare quali sono i principali problemi, descrivere come si è pensato di risolvere questi problemi, quindi quali sono gli obiettivi dello studioTogliere i riferimenti al brevetto sviluppato dal SEED
L'articolo nel complesso è ben elaborato, ma necessita di ulteriori modificheAbstractRimuovere questa dicitura dall'abstract  "In questo studio è stato testato un impianto in scala pilota, il quale ha combinato la tecnologia eMBR all’utilizzo di un’innovativa membrana dinamica auto-formante incapsulata, brevettata dal gruppo di ricerca del Laboratorio SEED". IntroduzioneMolto lunga e prolissa e le due figure vanno rimosse Setup sperimentale    Eliminare la seguente dicitura  L’oggetto di questo studio è stato il processo di trattamento e-ESFDMBR, risultato della combinazione della tecnologia SFDM ed eMBR e