loading page

Biosparging: efficacia ed economicità per i siti contaminati da idrocarburi            
  • Rosanna Feola
Rosanna Feola
Tecnologie per l'ambiente
Author Profile

Abstract

La cattiva gestione delle attività antropiche è una fra le  principali cause della contaminazione delle matrici ambientali. Negli ultimi anni, Il crescente interesse per l’ambiente e per la sostenibilità ha portato alla necessità di adottare nuovi approcci e favorire la bonifica delle matrici ambientali. Tra i processi disponibili, trova applicazione la bioremediation  ed in particolare il biosparging che, tramite processi di natura biologica,  permette la degradazione dei composti indesiderati nell’ambiente. Il biosparging è particolarmente adatto per la rimozione degli idrocarburi. Il presente studio riporta l'analisi di un caso studio di un sito contaminato da idrocarburi policiclici aromatici (IPA) e idrocarburi di petrolio (TPHs), in cui, grazie all’utilizzo combinato di aria e specifici bioattivatori e nutrienti, si sono ottenute alte efficienze di abbattimento sia nel terreno che in falda.  

Peer review timeline

11 May 2020Submitted to Tecnologie per l'ambiente
11 May 2020Editor invited a reviewer
11 May 2020Editor invited a reviewer
11 May 2020Editor invited a reviewer
15 May 2020Review Report #2 received
16 May 2020Review Report #3 received
25 May 2020Review Report #1 received
25 May 2020Editor invited a reviewer
03 Jun 2020Review Report #4 received
26 Jun 2020Published in Tecnologie per l'ambiente
Domenico Giaquinto posted a review
Nell'introduzione:introdurre la tecnologia di bonifica che si vuole analizzare e collegarla al caso studiomagari metterei prima la parte in cui si parla delle possibilità di intervento da qui mi collegherei alla tecnologia del biosparging e poi presenterei il caso studio individuando la tipologia di contaminazione, eviterei di nominare il Centro per Autotrasporto Cesena e l'ARPA emilia Romagna.   sostituire microrganismi locali con microrganismi autoctoni
Domenico Giaquinto and 1 more posted a review
Dopo aver letto ed analizzato attentamente l'articolo ho constatato la sua validità complessiva. Tuttavia alcune parti dovrebbero essere approfondite come quella conclusiva, mentre all'introduzione manca il titolo e il riferimento al quadro normativo. Inoltre per rendere l'articolo più lineare è necessario mettere nel paragrafo introduttivo un approfondimento della tematica per poi soffermarsi nel paragrafo successivo sul caso studio.AstrattoNon vengono descritte le soluzioni proposte dal quadro normativo internazionale ed italiano. Non vengono raggiunti i 1000 caratteri.IntroduzioneOltre a descrivere il quadro normativo italiano si potrebbe fare
Domenico Giaquinto posted a review
L'autore ha affrontato la tematica in maniera adeguata, seguendo nella maggior parte dei casi le linee guida in modo corretto. Il numero di caratteri totali rispetta le indicazioni assegnate. Una potenziale miglioria da applicare al lavoro potrebbe essere la realizzazione di una ricerca bibliografica di settore più vasta, opportunamente riportata per consentire un maggiore approfondimento al lettore.AbstractIl sommario rientra nel limite di caratteri suggeriti dalle linee guida, e racchiude adeguatamente gli argomenti che verranno trattati. Non si denotano però, particolari richiami alla letteratura scientifica
Domenico Giaquinto posted a review
BIOSPARGING: EFFICACIA ED ECONOMICITÀ PER I SITI CONTAMINATI DA IDROCARBURI ABSTRACTAll’inizio della seconda frase aggiungerei un riferimento temporale, ad esempio “negli ultimi anni, il crescente interesse per l’ambiente….”Al posto di “ci si sofferma sulla bioremedation” si potrebbe scrivere “trova applicazione la bioremedation”. In alternativa, si può utilizzare ci si sofferma aggiungendo prima di esso “nello studio/nell’articolo”, cioè “Tra i diversi processi disponibili, nello studio ci si sofferma sulla bioremediation”.INTRODUZIONEIl riferimento alla Fig.1 lo scriverei tra parentesi (Fig.1)Toglierei le virgole tra soglia di contaminazione e Csc