Christian Nadile

and 1 more

La progettazione web è una disciplina complessa, che richiede un bagaglio di competenze molto ampio. Il web è un ambiente multidisciplinare in cui non si può pensare di operare per compartimenti stagni: programmazione, contenuti e grafica non hanno senso come elementi o competenze separate ma solo come parti integranti e comunicanti di un tutto.  In questi anni stiamo assistendo a un cambiamento che porta l’uomo ad assumere una dimensione più intima con la tecnologia favorendo la nascita di approcci progettuali sempre più personalizzati. Si arriva a concepire un nuovo modo di “vedere” il  personal computer, lo smartphone, il tablet, etc., non più inteso come schermo e tastiera asettici ma come elementi che si inseriscono nella quotidianità e che trasformano la fruizione in qualcosa di nuovo e diverso, in una vera e propria esperienza.  Il destinatario, nonché il protagonista assoluto della comunicazione web, è l'utente e da questo bisogna partire con la progettazione di un sito.  La comunicazione e l’efficacia delle azioni online sono fortemente condizionate dall’organizzazione che viene data a contenuti ed elementi. L’obiettivo sarà dunque identificare i bisogni, l’utilizzo e le aspettative delle persone.  Un sito che tenga conto delle esigenze reali delle persone nel loro contesto d’uso ha maggiori probabilità di avere successo perché una buona esperienza digitale permette di instaurare un rapporto di fiducia con l’utente, attirandolo nel primo accesso e, soprattutto, trattenendolo nei contatti successivi. Una webpage, quando è centrata sugli obiettivi del navigatore, consente di svolgere il compito prefissato con maggiore velocità e, se è anche facile da usare, aumenta il numero dei visitatori, diminuisce il tasso di abbandono e, invece, aiuta a rafforzare il tasso di interesse nella navigazione. Si parla a tal proposito di web usability e di user experience. Per web usability si intende l’applicazione dei principi di usabilità negli ambiti della navigazione nel web; è un processo che cerca di rendere l’ambiente web attraente ed amichevole per l’utente che deve navigare con fluidità, recuperando facilmente i contenuti (user friendly).  La web usability tiene conto del compito che l'utente deve svolgere, del target a cui si rivolge il sito, all’ambiente d’uso (interfaccia, browser, connessione) ma anche all’efficacia comunicativa dei contenuti, della loro completezza e comprensibilità, dei tempi d’attesa e dell’attrattiva grafica. L’esperienza d’uso, user experience appunto, corrisponde invece al grado di aderenza soggettiva tra aspettative e soddisfazione nell’interazione con un sistema, sia esso fisico o digitale. Quando un essere umano dialoga in un ambiente, virtuale o reale che sia, entra in una dimensione esperienziale fatta di aspettative, giudizi e scelte. La UX è, perciò, una dimensione della progettazione di artefatti online e offline che mette al centro le caratteristiche e i bisogni degli utenti, focalizzandosi sul loro contesto d’uso. Al fine di conseguire un livello elevato di qualità nell’esperienza utente ci deve essere una perfetta fusione di diverse discipline tra cui ingegneria, marketing, design grafico e industriale e progettazione di interfacce. Proprio sui concetti di usabilità e user experience abbiamo focalizzato la nostra attenzione per la selezione di siti web sui quali affrontare il lavoro di ricerca e analisi. Nello specifico abbiamo scelto di analizzare il sito dell'AIAP e quello di Italianism. Si tratta di siti contenitori di eccellenze italiane nell'ambito della grafica, simili per temi ma diametralmente opposti per quanto riguarda composizione e modalità di fruizione ed esperienza.